7 progetti automobilistici dell'URSS, che non abbiamo mai visto sulle strade

  • Sep 06, 2022
How to effectively deal with bots on your site? The best protection against click fraud.
7 progetti automobilistici dell'URSS, che non abbiamo mai visto sulle strade

L'era sovietica abbracciava tutti i tipi di veicoli, dai semplici e funzionali ai veicoli a motore sorprendentemente innovativi, molti dei quali oggi sono oggetti da collezione. Ma non tutti i progetti hanno raggiunto la catena di montaggio: alcuni sono morti insieme all'Unione. Dai un'occhiata alle concept car all'avanguardia costruite in URSS e dimenticate.

Questi campioni poco conosciuti avrebbero dovuto dare nuova vita all'industria automobilistica sovietica, ma a causa del crollo dell'Unione Sovietica non furono mai messi in produzione di massa. Ecco alcuni esempi di concetti interessanti e modelli sperimentali sviluppati da ingegneri e designer sovietici.

1. Moskvich 408 Turista (1964)

Moskvich 408 Tourist, che è una decappottabile con carrozzeria in alluminio / Foto: englishrussia.com
Moskvich 408 Tourist, che è una decappottabile con carrozzeria in alluminio / Foto: englishrussia.com

Una cabriolet con carrozzeria in alluminio, un sistema sperimentale di iniezione elettronica del carburante e una velocità massima di 130 km/h potrebbe essere una vera scoperta per la classe media. Ma l'allora dirigenza del paese decise che era troppo lussuoso per il proletariato sovietico e le esportazioni non erano sicure.

instagram viewer


Di conseguenza, sono nati solo due prototipi, dopo di che lo sviluppo del concetto è cessato. Ma l'idea di questo bell'uomo da 63 cavalli con un tetto pieghevole è stata comunque realizzata: è stata utilizzata nella produzione di auto a pedali per bambini.

2. AZLK 2139 Arbat (1987-1991)

AZLK 2139 Arbat doveva essere un'auto economica e affidabile / Foto: pinterest.com
AZLK 2139 Arbat doveva essere un'auto economica e affidabile / Foto: pinterest.com

Il prototipo della station wagon a sette posti Arbat nel 1987 doveva essere un'auto rivoluzionaria dell'industria automobilistica sovietica degli anni '80-'90: conveniente, affidabile, economico, economico da acquistare, riparare e servizio.

Il campionario ha impressionato con molte soluzioni innovative: scocche in plastica, un salone trasformabile con frontale girevole sedili e lunghezze dei cuscini regolabili, volante multifunzionale, quadro strumenti elettronico e altre innovazioni sconosciute ai modelli quegli anni.

Ma le autorità dell'Unione, con la loro avversione per l'idea di auto di lusso a prezzi accessibili per i comuni mortali, e il successivo crollo dello stato, ne hanno fatto solo una parte della ricca mostra nel museo AZLK di Mosca.

3. Moskvich 2141 KR (1988)

Moskvich 2141 KR, sviluppando una velocità di 200 km all'ora / Foto: drive2.ru
Moskvich 2141 KR, sviluppando una velocità di 200 km all'ora / Foto: drive2.ru

Con il suo motore da 175 cavalli e una velocità massima di circa 200 km/h, il Moskvich 2141KR da 890 chilogrammi (prototipo da rally nel 1988 per gare di gruppo "B") potrebbe diventare l'ammiraglia della piccola sovietica auto sportive.

Ma l'idea non è mai stata realizzata. Un campione creato da giovani specialisti dello stabilimento automobilistico Lenin Komsomol è andato al Museo Autoreview (Mosca).

4. AZLK-2143 (1991)

AZLK-214 "Yauza", che è diventata una mostra museale / Foto: wikipedia.org
AZLK-214 "Yauza", che è diventata una mostra museale / Foto: wikipedia.org

Una berlina a trazione integrale con un profilo a forma di cuneo, due finestrini laterali e il bellissimo nome "Yauza" sembrava straordinaria. A bordo c'erano alzacristalli elettrici, un volante di sicurezza e persino un centro di controllo computerizzato sviluppato da ingegneri elettronici sovietici.

Un prototipo sperimentale dal design futuristico, i cui componenti e parti sono stati testati relativi modelli 2141, migliorati per diversi anni e nel 1991 era completamente pronto per lancio seriale. Ma i sogni dei suoi creatori non si sono avverati: AZLK ha scelto di reindirizzare i fondi stanziati per modificare le linee 2141/2142 esistenti e Yauza è diventata una mostra museale.

5. ZIS 101A Sport (1939)

Doppio ZIS 101A Sport / Foto: rbth.com
Doppio ZIS 101A Sport / Foto: rbth.com

Progettata sulla piattaforma di una limousine a sette posti, la ZIS a due posti unica nel suo genere è stata creata nel 1939. I donatori per lui sono stati i modelli esistenti 101 (con motore da 5,8 litri e velocità fino a 115 km / h) e ZIS 101A (con motore modificato che aumenta il limite di velocità di 15 km / h).

Una 101A Sport ancora più evoluta con una versione forzata dell'ultimo propulsore, programmata in concomitanza con il 20° anniversario Komsomol, fu approvato personalmente da Stalin, ma dopo la celebrazione il progetto fu rivisto, riconosciuto come non necessario e tranquillamente dimenticato.

>>>>Idee per la vita | NOVATE.RU<<<<

6. Moskvich-2144 "Istria" (1985)

"Auto del futuro" Moskvich-2144 "Istra" / Foto: rbth.com
"Auto del futuro" Moskvich-2144 "Istra" / Foto: rbth.com

Questo modello sperimentale di AZLK con enormi finestre e finestre verticali mai viste nell'Unione le porte ad ali di gabbiano erano una fantasia degli ingegneri automobilistici sull'argomento "Quali saranno le auto futuro." I progettisti non sono mai arrivati ​​al prototipo, modelli in esecuzione: nel 1991 è stato completato un solo modello dimostrativo. Il crollo del Paese ha messo fine a questo promettente progetto.

Perché ai soldati sovietici era proibito affilare i coltelli a baionetta per un fucile d'assalto Kalashnikov
Novate: idee per la vita Ieri
7 principali autobus sovietici che l'intero paese conosceva e amava
Novate: idee per la vita Ieri

7. NAMI "Okhta" (1986-1987)

NAMI "Okhta", che può ospitare fino a sette passeggeri / Foto: 5koleso.ru
NAMI "Okhta", che può ospitare fino a sette passeggeri / Foto: 5koleso.ru

L'innovativo Okhta è stato creato da giovani designer desiderosi di cambiamento del laboratorio di Leningrado prototipazione avanzata di autovetture della centrale di ricerca automobilistica Istituto NAMI.

Il loro concept ospitava fino a sette persone: i sedili anteriori ruotavano di 180 gradi, il resto poteva essere rimosso e anche quelli posteriori potevano essere trasformati in un comodo tavolo. A quei tempi, un tale sistema, specialmente in un'auto sovietica, era solo una fantasia. Ma il vero stato delle cose nell'allora industria automobilistica ha apportato le sue modifiche: è stata creata solo una copia e non è andata oltre il museo.

È anche interessante da guardare
4 famose motociclette sovietiche che sono state guidate da più di una generazione.
Fonte:
https://novate.ru/blogs/140622/63272/