Quando e perché aggiungere acqua distillata alla batteria dell'auto?

  • Dec 14, 2020

L'elettricità è necessaria per il funzionamento degli apparecchi elettrici e del sistema di accensione di un'auto. Ci sono due fonti di alimentazione nell'auto: una batteria (AKB) e un generatore. Entrambi i dispositivi alimentano l'impianto elettrico del veicolo con una corrente continua di 12 V. A volte è necessario riempire le batterie con acqua distillata.

Quando e perché aggiungere acqua distillata alla batteria dell'auto?

Perché la batteria contiene acqua distillata?

Il generatore genera elettricità solo quando il motore è in funzione e funge da principale "fornitore" di elettricità. L'avviamento del motore è fornito dalla batteria, ma è una fonte ausiliaria di elettricità.

Attenzione! Le batterie al piombo sono spesso utilizzate sulle automobili. Funzionano attraverso una reazione chimica che si verifica tra le piastre di piombo e il biossido di piombo nell'elettrolita.

La batteria è composta da 6 celle galvaniche poste in vani separati e collocate in un comune alloggiamento. Ciascuno dei compartimenti ha un tappo di riempimento attraverso il quale viene versato l'elettrolito e successivamente riempito con acqua distillata.

La soluzione elettrolitica ha la seguente composizione:

  • acido solforico (H2SO4);
  • acqua distillata (H2O).

L'elettrolito viene preparato in un contenitore di vetro mescolando acido solforico con acqua. I reagenti reagiscono generando calore, il contenitore di plastica potrebbe fondersi. La proporzione dipende dalla densità desiderata della soluzione.

Attenzione! Durante la miscelazione, versare l'acqua nell'acido e non altrimenti.

Perché aggiungere acqua distillata?

Durante il funzionamento dell'auto, si verifica una scarica e una carica periodica della batteria. Quando si avvia il motore, il motorino di avviamento assorbe molta corrente. Nei momenti di avviamento del motore da parte del motorino di avviamento ai giri richiesti per l'avviamento, il valore di corrente raggiunge i 320-400 A. Avvii frequenti consumano la batteria.

La ricarica avviene da un generatore (al momento del funzionamento del motore) o da un caricatore quando la densità della soluzione elettrolitica diminuisce.

Importante! Il rabbocco viene effettuato per reintegrare la parte dell'acqua bollita dall'elettrolita. L'acqua deve essere solo distillata, l'acqua del rubinetto non è adatta a causa della presenza di impurità in essa.

L'acqua bolle nei seguenti casi:

  1. Con un contenuto di antimonio sovrastimato nelle griglie delle piastre della batteria. L'antimonio viene aggiunto alla forza di piombo delle piastre durante la fabbricazione. E promuove anche la scissione dell'acqua in idrogeno e ossigeno.
  2. Alla fine della carica. Quando la batteria è completamente carica, un'ulteriore carica causa l'ebollizione violenta dell'elettrolito e il consumo di acqua.
  3. Quando viene superata la tensione dal generatore per ricaricare la batteria. Ciò accade quando il relè del regolatore si guasta, il che limita la tensione fornita alla batteria. Al minimo, senza i consumatori inclusi, dovrebbe essere compreso tra 13,7 e 14,2 V. L'alta tensione provoca una ricarica costante e l'acqua bolle molto rapidamente.
  4. In caso di solfatazione o malfunzionamento delle celle galvaniche della batteria. La solfatazione è il rivestimento delle superfici delle piastre con solfato di piombo. Deriva dall'uso a lungo termine della batteria.
Nota! La desolfatazione e il recupero della batteria possono essere eseguiti utilizzando cicli di carica-scarica con basse correnti.

Quando aggiungere l'acqua distillata alla batteria?

Il mantenimento del livello del fluido è uno dei passaggi essenziali nella cura della batteria. Per diversi modelli di batteria, la necessità di aggiungere acqua è determinata in uno dei seguenti modi:

  • sui rischi "min" e "max" entro i limiti dei quali è necessario mantenere il livello dell'elettrolito, se l'involucro della batteria è sufficientemente trasparente;
  • dal colore dell'indicatore, che è avvitato al posto di uno dei tappi o si trova separatamente;
  • lungo una speciale sporgenza costruttiva all'interno del vano, che si nota quando il tappo è svitato e l'elettrolita deve raggiungere tale sporgenza.

Un tubo di vetro o plastica aiuterà a chiarire il livello. Viene immerso nella soluzione fino a toccare la rete del separatore. Pizzica il bordo superiore con il pollice e tiralo fuori. Il livello di liquido rimanente nel tubo viene misurato con un righello. Dovrebbe essere di 1,2 - 1,5 cm.

Hai sempre bisogno di ricaricare acqua distillata nella batteria?

Con una diminuzione del livello dell'elettrolito sulle batterie servite, è obbligatorio rabboccare con acqua distillata. Le batterie esenti da manutenzione non lo consentono a causa delle caratteristiche del design (non ci sono ingorghi).

Riferimento! Ci sono momenti in cui l'elettrolito viene versato nella batteria. Questo viene fatto solo quando si cambia la soluzione (durante la pulizia della batteria) o quando si mette in servizio una batteria carica a secco.

Come conclusione

Una batteria correttamente funzionante deve essere riempita con acqua una volta ogni tre mesi. Lo fanno come segue:

  • determinare la necessità di rifornimento idrico al livello richiesto;
  • scollegare il terminale negativo senza rimuovere le batterie dall'auto;
  • svitare i tappi della batteria, aggiungere acqua distillata;
  • mettere in carica la fonte attuale.

Dopo la fine della carica, viene specificata la densità dell'elettrolita. La norma è compresa tra 1,25 e 1,27 g / cm3 (a T = 250 ° C). Il valore di densità è specificato individualmente per ciascuna zona climatica.